Darwin Festival sotto accusa per ‘clausola di guadagno’ che impedisce agli artisti di criticare la sponsorizzazione di Santos | feste

Agli artisti e ai produttori di eventi che hanno partecipato al Darwin Festival 2022 è stata offerta una clausola di non pubblicazione nei loro contratti, ponendo limiti rigorosi a ciò che potevano dire pubblicamente sulla sponsorizzazione della compagnia petrolifera e del gas Santos.

Le scoperte seguono una lettera aperta e una petizione firmata da oltre 3.500 persone che sono circolate all’inizio di questo mese chiedendo al festival di rinunciare allo sponsor. La lettera descriveva la partecipazione di Santos al festival come un “lavaggio artistico”, facendo confronti con il modello di marketing dell’industria del tabacco nei decenni precedenti.

Alla fine della scorsa settimana, è stato convocato un incontro tra i rappresentanti delle Prime Nazioni, gli ambientalisti e il Darwin Festival Board, ma non è riuscito a risolvere il problema, con i partecipanti che hanno descritto l’incontro come nutriente e controproducente.

Jonny Wilson, presidente della Nurndalinji Native Title Aboriginal Corporation, si è detto deluso dal fatto che il festival non si sia impegnato ad abbandonare Santos. Immagine: la forza originaria

Nei contratti visti da Guardian Australia, gli artisti e i loro produttori sono tenuti a firmare una garanzia che non faranno, per la durata dei termini del contratto, “dichiarazioni o dichiarazioni, o altrimenti comunicheranno, direttamente o indirettamente, per iscritto, verbalmente o in altro modo ., o intraprendere qualsiasi azione che possa, direttamente o indirettamente, denigrare il Festival e/o i suoi sponsor o qualsiasi sua affiliata o sussidiaria, i suoi funzionari, direttori, dipendenti, consulenti, società o reputazione.

Anna Wikes, una portavoce di Fossil Free Arts NT che ha partecipato alla riunione di venerdì scorso, ha detto che il presidente del festival, Ian Keough, ha detto alla riunione che la clausola di non deroga e di contatto nei contratti era “standard”, ma gli oppositori affermano che la clausola restrittiva contrasta con i principi del festival di libero scambio di idee, espressione artistica e libertà di espressione.

Il consiglio di amministrazione non ha risposto alle domande specificamente riguardanti la clausola di non deroga nei contratti dei partecipanti, ma ha dichiarato giovedì in una dichiarazione: “Ci siamo incontrati con il gruppo pertinente in più occasioni e ci siamo impegnati in una discussione significativa sulla questione al di là di quest’anno Festival.”

Una disputa simile sulla sponsorizzazione e le clausole di non denigrazione è emersa all’inizio di quest’anno al Fringe Festival di Perth, con gli organizzatori di eventi, Artrage, che in seguito hanno promesso di rivedere i futuri accordi di sponsorizzazione con la società di esplorazione e produzione Woodside nel 2023.

Santos ha difeso la sua reputazione, affermando di essere “leader nell’azione per il clima con un chiaro piano d’azione per la transizione climatica e un obiettivo di emissioni nette zero 1 e 2 entro il 2040”, ed è stato un sostenitore del Darwin Festival per più di un quarto di un secolo.

Hanno chiarito che non avrebbero cambiato idea.

La scrittrice Wrimbaranga e la donna dell’isola di Tiwi Mari Menkara, che hanno partecipato alla riunione del consiglio della scorsa settimana con Keogh, altri membri del consiglio e rappresentanti legali, hanno affermato che i risultati della riunione sono stati deludenti.

“Hanno detto che è fantastico che tu sia venuto a parlare con noi e tutte queste altre cose, ma penso che sia stato solo un passaparola”, ha detto Munkara.

“Hanno messo in chiaro che non avrebbero cambiato idea, abbiamo avuto quella sensazione durante quell’incontro”.

Maria Menkara
Rembarranga e Tiwi dalle Isole Tiwi Marie Menkara è rimasta delusa dal recente incontro con il consiglio di amministrazione del festival. Immagine: la forza originaria

I rappresentanti dei proprietari tradizionali del bacino di Petalu nel Territorio del Nord, le Isole Tiwi e la regione di Narrabri nel nord del New South Wales hanno espresso preoccupazione al governo del territorio per i progetti di Santos, citando il fallimento nel trattare con le persone delle Prime Nazioni e la mancanza di rispetto della patria, dei luoghi sacri e della tutela dell’ambiente naturale.

Santos è coinvolto in una causa della Corte Suprema sulla proposta di espansione delle operazioni di fratturazione idraulica nel bacino di Petalo.

Il presidente della Nurndalinji Native Title Aboriginal Corporation in rappresentanza dei membri del Petalo Basin, Johnny Wilson, era presente all’incontro con i rappresentanti del Darwin Festival.

“Siamo delusi dal fatto che non si siano impegnati ad abbandonare gli annunci [from] “Santos è al festival di quest’anno”, ha detto in una nota.

“Come possiamo prendere sul serio le affermazioni del consiglio del festival di rispettare la cultura indigena quando continuano a promuovere questa azienda mentre le nostre comunità soffrono per mano loro?”

In qualità di presidente del festival, Wikes ha affermato che Queue deve “dimostrare leadership, recidere i legami con Santos, sviluppare una politica di patrocinio etico e cambiare il suo consiglio di amministrazione nominando di nuovo artisti per rappresentare meglio la vita culturale della regione”.

“,”caption”:”Sign up to receive Guardian Australia’s weekend culture and lifestyle email”,”isTracking”:false,”isMainMedia”:false,”source”:”The Guardian”,”sourceDomain”:”theguardian.com”}”>

Iscriviti per ricevere e-mail sullo stile di vita e sulla cultura questo fine settimana a Guardian Australia

Wikes ha affermato che i collegamenti del consiglio del festival con le industrie dei combustibili fossili dovrebbero essere esaminati.

Keough, che è stato CEO di Northern Territory Airports fino al 2020, ha ottenuto il suo ingresso professionale nel mondo degli affari con ExxonMobil, dopo aver lavorato per più di 20 anni con la multinazionale del petrolio e del gas Shell. È anche past president della Darwin Symphony Orchestra, fondatore della Charles Darwin University e membro del consiglio di amministrazione del Northern Territory Museum and Art Gallery.

Un altro membro del consiglio, Catherine Tillmouth, è il direttore esecutivo della sezione dell’Australia settentrionale del Minerals Council of Australia, ed è un ex consigliere senior del governo e delle relazioni pubbliche per le operazioni australiane di Santos.

Il festival non ha risposto alle domande del Guardian sulla composizione del suo consiglio. Santos è stato contattato per un commento.

Il Darwin Festival inizia il 4 agosto.