La polizia scozzese ha esortato tutto il personale a essere formato sull’uguaglianza nella cultura dei club maschili

Si consiglia alla polizia scozzese di formare tutto il suo personale e gli ufficiali sull’uguaglianza e la diversità sulla scia di un tribunale del lavoro che ha ritenuto che la sua unità di risposta armata sia diventata il “club dei ragazzi assoluti”.

Un rapporto che segue la corte anche “fortemente” raccomanda di rivedere le strutture, il reclutamento e il processo di selezione dell’unità armi da fuoco “per garantire che siano pienamente conformi alla legislazione sulla parità e per affrontare eventuali ostacoli alla selezione”.

Viene dopo che Rona Malone ha portato avanti con successo una denuncia per abuso contro la polizia scozzese in tribunale l’anno scorso, con l’ex agente di risposta armata che ha successivamente assegnato un risarcimento di quasi 1 milione di sterline.

L’ex agente di polizia Rona Malone ha portato la polizia scozzese in un tribunale del lavoro (Rhona Malone/PA)

A seguito delle conclusioni della corte, il capo della polizia Sir Ian Livingstone ha commissionato una revisione indipendente per formulare raccomandazioni per l’azione da parte della forza.

Questo rapporto di Mark Hamilton, vice capo della polizia del servizio di polizia dell’Irlanda del Nord, è stato ora pubblicato.

Nel frattempo, Sir Ian ha anche affermato il suo “impegno personale nel guidare il cambiamento nella polizia in Scozia” per migliorare le esperienze delle donne nelle forze armate.

Il rapporto Hamilton raccomanda che “la formazione di tutti gli ufficiali e del personale dovrebbe essere diffusa sull’uguaglianza e la diversità”, concentrandosi inizialmente sulle aree di forza in cui esiste la cultura percepita del “club maschile”.

“Ci sono persone specifiche che hanno bisogno di questa formazione, anche se non sarebbe male aggiornare tutti”, osserva il rapporto.

Ha aggiunto che questo dovrebbe inviare un “messaggio chiaro” che se i protocolli vengono violati, potrebbe portare a rinvii disciplinari o cattiva condotta.

Viene dopo che la corte ha sentito che “la cultura testata all’interno della polizia armata è stata descritta come ‘totalmente club per ragazzi e spaventosa’ – con prove che uno degli ispettori ha pubblicato foto di donne in topless in una chat di gruppo di lavoro”.

Sir Ian Livingston
Il capo della polizia scozzese, Sir Ian Livingstone, ha commissionato una revisione indipendente dopo il tribunale (AP)

Riferendosi all’Unità di polizia armata, il rapporto afferma che occorre prendere in considerazione l’identificazione delle cause della sottorappresentanza femminile.

È stato suggerito che l’intero team fosse formato su un comportamento accettabile all’interno dell’organizzazione, con sanzioni per il mancato rispetto di questo delineato.

Il rapporto afferma che l’attuazione di questa e di altre raccomandazioni “non porterà in alcun modo necessariamente alla dissoluzione della cultura” all’interno dell’unità.

Ma, ha detto, “il fallimento nell’affrontare i problemi in modo appropriato può portare a ulteriori critiche solo se riaffiorano in circostanze simili”.

Il rapporto ha proseguito “raccomandando vivamente di rivedere le strutture, i processi di reclutamento e selezione relativi all’unità armi da fuoco, per garantire che siano pienamente conformi alla legislazione sulla parità e per affrontare eventuali ostacoli alla selezione”.

Ha inoltre raccomandato che ora potrebbe essere un “momento appropriato” per il dipartimento delle risorse umane all’interno della polizia scozzese per rivedere le procedure operative standard per affrontare i reclami.

È stato suggerito che ciò tenga conto se i processi esistenti sono “aggiornati e adatti allo scopo” prima dell’inizio della formazione aggiuntiva.

Il caso è stato sollevato dopo che il rapporto raccontava come un membro anziano del team delle risorse umane della polizia scozzese avesse raccomandato che la denuncia della signora Malone fosse trattata da qualcuno con il grado di ispettore capo, al di fuori delle forze armate.

Ha quindi spiegato in dettaglio come l’ufficiale addetto al reclamo si era designato per affrontarlo anche se uno di questi criteri era stato soddisfatto.

Era anche la prima denuncia che l’ufficiale aveva affrontato nella sua carriera alla Police Scotland: il rapporto indicava che il tribunale del lavoro aveva accettato le prove di aver descritto la denuncia della signora Malone come “frivola”.

Il rapporto afferma che qualsiasi funzionario o dipendente che gestisce il processo di reclamo dovrebbe ricevere una formazione.

Ha riconosciuto che questo sarebbe un “grande compito” per la polizia scozzese, che “sarebbe un compito che richiede tempo”.

Il rapporto chiedeva anche un “messaggio finale” da parte del top team della forza, “rafforzando le opinioni dell’organizzazione sull’uguaglianza e la diversità sul posto di lavoro” e chiarendo che non ci sarà “nessuna tolleranza” per qualsiasi condotta contraria. .

Il vice capo della polizia scozzese Fiona Taylor ha dichiarato: “Il capo della polizia si è scusato personalmente con la signora Malone per i gravi problemi evidenziati dalla sentenza del tribunale del lavoro, inclusa la debole risposta della polizia scozzese quando un ufficiale specializzato ha sollevato preoccupazioni legittime.

“Il capo della polizia ha anche confermato il suo impegno personale nel guidare il cambiamento nella polizia in Scozia che sta spingendo l’uguaglianza e l’inclusione per migliorare le esperienze di tutte le donne, compresi i nostri ufficiali e il personale”.

“Questo rapporto è chiaro che ci sono individui che dovranno apportare modifiche, ma c’è anche una cultura più ampia all’interno della polizia scozzese che deve essere riformata”, ha affermato Wendy Chamberlain, vice leader del Partito Liberal Democratico Scozzese, che è lei stessa una ex poliziotto.

Ha aggiunto: “Questa non sarà una comunicazione facile con cui la polizia dovrà fare i conti. Richiederà sia una ricerca interiore che una leadership responsabile, ma è importante apportare questi cambiamenti se l’organizzazione vuole conquistare la fiducia di entrambi i dipendenti e il grande pubblico».

Nel frattempo, il portavoce della Conservative Scottish Community Safety Russell Findlay ha commentato: “La carriera di Rona Malone è stata devastata dalla cultura di un club maschile che è costata alla polizia scozzese più di 1 milione di sterline.

“Il rapporto della PSNI rivela che questa saga costosa e devastante avrebbe potuto essere evitata se fossero state seguite le procedure adeguate e il personale delle risorse umane avesse ascoltato.

“Ci sono ancora donne che lavorano per combattere i casi di discriminazione di genere, quindi è imperativo che la polizia scozzese agisca in base a queste raccomandazioni in questo rapporto e che le loro azioni si adattino alla loro retorica”.