Il teatro dell’Oklahoma mostra un segnale di avvertimento sui baci tra persone dello stesso sesso in “Lightyear” della Pixar

Un cinema dell’Oklahoma ha suscitato polemiche mostrando un cartello che avverte i clienti di una “scena di baci gay” nel nuovo film d’animazione della Pixar, “Lightyear”.

L’insegna sulla finestra dell’89er Theatre di Kingfisher, una cittadina di circa 5.000 persone a circa 50 miglia da Oklahoma City, recitava, in parte: “Attenzione Genitori: la direzione di questo teatro ha scoperto dopo aver prenotato ‘Lightyear’ che c’è un gay scena del bacio nei primi 30 minuti del film Pixar. Faremo del nostro meglio per far avanzare rapidamente questa scena, ma potrebbe non essere accurato.

Il cartello, che secondo quanto riferito è stato affisso durante il fine settimana, è scomparso lunedì pomeriggio, ha riferito l’affiliata della NBC KFOR a Oklahoma City. L’89er Theatre non ha risposto alla richiesta di commento di NBC News.

Patricia Kasbek, 42 ​​anni, residente in Oklahoma, ha detto di aver pensato per la prima volta che il cartello fosse uno scherzo quando l’ha visto per la prima volta sui social media, ma si è indignata quando ha capito che era reale. Ha chiamato il teatro per sporgere denuncia, ma è stata inviata alla segreteria telefonica.

“Ho detto loro che era completamente offensivo per loro censurare un bacio tra persone dello stesso sesso quando non l’hanno mai fatto a un bacio di sesso opposto”, ha detto Kasbek, definendo il segno “crudele” e di “settario”. “Non vedrò mai un film in questo cinema sotto questa proprietà”.

Né la Pixar Animation Studios né la sua società madre, The Walt Disney Co., hanno risposto alle richieste di commento sul cartello.

Il bacio gay in “Lightyear”, uno spin-off animato di “Toy Story”, è il primo bacio gay riconosciuto della Pixar in un lungometraggio. La breve scena del bacio tra una coppia lesbica ha portato il film a essere bandito in gran parte del mondo musulmano, inclusi Arabia Saudita, Egitto ed Emirati Arabi Uniti, secondo The Associated Press.

Alex Wade, il vicedirettore di Oklahomans for Equality, un’organizzazione statale di difesa LGBTQ, ha criticato l’89er Theatre per aver pubblicato il segnale di avvertimento.

“Non sono scioccato nel vedere qualcosa del genere accadere nel mio stato, ma mi spezza il cuore che i giovani LGBTQ+ dell’Oklahoma sentano che ci sia qualcosa che non va in loro”, ha detto. “Ecco perché stiamo sviluppando capitoli nelle zone rurali dell’Oklahoma per mostrare a tutti che ci sono persone nella loro zona”.

Wade ha aggiunto che l’avanzamento veloce attraverso una scena di baci gay invia il messaggio che l’amore LGBTQ è inappropriato.

“Quando le coppie dello stesso sesso mostrano affetto, anche il più casto dei baci, viene sessualizzato e trattato come se fosse esplicito”, ha detto. “Se fosse una coppia eterosessuale, il teatro non penserebbe nemmeno di saltarla, perché le coppie eterosessuali hanno la grazia di essere intime senza vergogna”.

Il teatro 89er a Kingfisher, Okla.Google Maps

Eric Ogilvie, un ex impiegato teatrale che vive a Oklahoma City, ha detto di non essere rimasto sorpreso dal cartello, ma di essere rimasto deluso. Ogilvie, 27 anni, è cresciuto a Kingfisher e si è dichiarato gay al liceo. Ha detto di non aver subito gravi atti di bullismo a scuola, ma di non aver mai provato nemmeno un senso di appartenenza o accettazione.

“Sapevo solo crescendo alla Kingfisher che non andava bene essere gay e che saresti stato trattato in modo diverso”, ha detto. “Ho adorato il mio lavoro a teatro, ma li ho fatti uscire e mettere un cartello sulla loro porta… perché non rimandare indietro il film o rescindere il contratto e non pubblicare qualcosa che tutti possano vedere?”

Ogilvie ha detto che la rappresentazione è importante e pensa che “Lightyear” potrebbe aiutare i bambini che potrebbero sentirsi diversi.

“Il cartello dice ai bambini che non va bene essere gay, non va bene essere diversi”, ha detto. “Non vogliono che quei ragazzi lo vedano, ma quello non è il mondo reale”.

Ogilvie ha detto di avere un messaggio per i bambini che potrebbero aver visto il cartello: “Non lasciare che gli altri ti definiscano. Sai, è dura in questo momento, ma le cose andranno meglio. Troverai persone che ti accetteranno e ti ameranno per quello che sei.

Seguire Rilascio della NBC Su Twitter, Facebook & instagram