Matilda: Abbiamo davvero bisogno di un’altra attrice magra con un vestito grasso?

È un comportamento che appartiene esclusivamente all’acceleratore di Miss Trunchbull (Immagine: Netflix/AP)

Quando ho visto l’attrice Emma Thompson con indosso un vestito grasso, la vergogna per essere stati finalmente scelti per PE è improvvisamente tornata.

Per il film fantasy musicale in uscita, Matilda, la Thompson è stata ritratta con indosso un vestito grasso per il suo ruolo di regista immaginaria, Agatha Tranchbull.

naturalmente – Altrimenti, come può l’industria cinematografica ritrarre un antagonista, malvagio, brutto e di cattivo carattere, più di un’attrice magra con un vestito orribilmente grasso?

È particolarmente triste in questo momento, come continua il plauso per il ruolo di Thompson in Good Luck To You, Leo Grande, positivo per il genere.

Tuttavia, le indennità di grasso sono state così normalizzate che alcune persone potrebbero non averlo notato, il che è ciò che è così frustrante.

Questa non è la prima volta che Thompson è stato ritratto in uno stato di trasformazione del corpo Anche le protesi: è stata fotografata mentre sfoggiava alcune finte ali da bingo e mascelle per il suo ruolo in The Legend of Barney Thomson ed è stato rivelato che indossava un vestito grasso per il suo ruolo in Karen in Love Actually.

Sai, la presunta taglia 16, “malandata”, comoda – scarpe e gonna lunga fino al pavimento – la moglie di mezza età indossa che inevitabilmente era tradito?

Come donna più grande, trovo questa caricatura del mio tipo di corpo completamente disumanizzante e umiliante.

Non è etico, reale o rappresentativo di alcuna esperienza vissuta.

Dubito seriamente che qualsiasi attore che sopporta il peso di un vestito grasso – come se fosse un lavoro ingrato o una crocifissione per sopportare ciò che la società considera sovrappeso – conosca il dolore di non trovare un vestito adatto.

o la persona accanto a te sull’aereo sospira quando ti siedi nel sedile centrale; Gli allenatori di palestra ti dicono di “lavorare di più”, gli estranei ti dicono di “tenere duro” quando li salti per strada, i dottori ti dicono che sei grasso (anche se sei di taglia media per una donna) o le ragazze a scuola semplicemente evitarti perché sei troppo grasso.

Alle elementari, un ragazzo mi chiamava “Amy l’Elefante” – mi seguiva in giro per il parco giochi mentre girava e suonava la tromba.

Avevo dieci anni, e anche se ora posso riderci su La mia autostima è in un posto migliore, non nego che fa male e ha lasciato il segno.

Emma Thompson innamorata davvero

Questa non è la prima volta che Thompson è stato ritratto in uno stato di trasformazione del corpo Protesi, o (Foto: Love Actually)

A volte, mi sento come se dovessi lavorare il doppio, e far sentire la mia voce, perché i datori di lavoro mi prendano sul serio, Il presupposto comune è che, spesso, le donne più grasse nella stanza siano state pigre o indegne di essere più che parte dello sfondo.

Le donne plus size, in particolare, sono spesso punite per essere troppo grandi e sono viste come un rifiuto delle rigide restrizioni della società.

Ricordo di aver visto molte ragazze magre scelte per fare sport, o per parlare nei club, basate sull’idea che i loro corpi si adattassero allo stampo “corretto” che la società ha stabilito per generazioni del mio genere.

Quindi, sì, vedere attrici magre che indossano abiti grassi è doloroso.

È scioccante e dimostra, ancora una volta, che le donne plus size devono lavorare ancora di più per essere riconosciute per i lavori che dovrebbero, giustamente, essere loro.

Attrici come Amy Adams, Courteney Cox, Renee Zellweger, Gwyneth Paltrow, Julia Roberts, Mila Kunis e Sarah Paulson hanno tutte indossato abiti grassi in passato e, sebbene siano donne di grande talento, sono tutte magre.

Courteney Cox in un vestito grasso in Friends come Monica Geller (con David Schwimmer e Jennifer Aniston)

Attrici come Courteney Cox hanno indossato abiti grassi in passato (Immagine: Chris Haston/NBCU/NBCUniversal tramite Getty Images)

Le protesi non sono una scusa sufficiente per non assumere intenzionalmente attori taglie forti. È deludente che nel 2022 non riusciamo ancora a riconoscere il talento e l’umanità delle persone più grandi.

Probabilmente posso capire se le aspiranti attrici sono state costrette a indossare abiti pesanti all’asta per “promuovere” le loro carriere senza parlare, ma star esperte come Thompson e Zellweger hanno sicuramente potere e rispetto sotto le loro cinture (apparentemente gonfie). Ammettere che non è bello?

Anche le protesi per i personaggi grassi sono progettate per essere brutte.

È traballante, increspato, strano e poco attraente.

Sono offensivi e non trattano una comunità plus size con la dignità o il rispetto che meritano.

Non è certo una coincidenza indossato dalle attrici I semi grassi spesso raffigurano personaggi non amati e indesiderati e spesso sono anche asessuati.

Questo, o è usato per valore comico, incoraggiando stereotipi dannosi e indicando che va bene fare battute a spese delle persone più grandi.

Nel film del 2001 Shallow Hal, Paltrow ha interpretato una sovrappeso Rosemary Shanahan, il cui eroe Jack Black deve essere ipnotizzato per trovarla attraente e innamorarsi della sua bellezza interiore.

Paltrow ha ammesso: “È stato molto triste. Era molto fastidioso. Nessuno mi guardava negli occhi perché ero sovrappeso.

Paulson, che ha indossato un vestito grasso per interpretare Linda Tripp in Isolation: American Crime Story, l’anno scorso ha detto al Los Angeles Times: “Ci sono molte polemiche su attori e tute grasse, e penso che la controversia sia legittima. Penso che la fobia del grasso sia reale. Penso che fingere il contrario faccia più danni.

Ma cosa facevano effettivamente queste donne Per la comunità plus size? Mi sento ancora incoraggiata o rappresentata da loro come attrici.

Esistono ancora stereotipi dannosi e fobie per il grasso e le attrici magre continuano a passare a protesi pesanti e schiumose senza sentire le ricadute: vengono pagate solo per fingere di essere grasse.

Continuare a ignorare gli innumerevoli attori di talento della società plus size a favore delle persone magre è profondamente offensivo.

È un’indicazione della stessa vergogna che è stata inflitta alle persone non magre decenni fa e che è ancora prevalente oggi. È offensivo e sembra che veniamo costantemente puniti per essere quello che siamo.

È un comportamento che appartiene solo alla soffocante signorina Trunchbull.

E prendiamo una frase di Matilda nel 1996: “Io ho ragione e tu hai torto, io sono vecchia e tu sei piccola e non puoi farci niente”.

Hai una storia che vorresti condividere? Contattaci a jess.austin@metro.co.uk.

Condividi le tue opinioni nei commenti qui sotto.

ALTRO: La signora Emma Thompson parla dell’importanza del sesso e del piacere femminile sullo schermo in Good Luck To You, Leo Grande: “È qualcosa di cui siamo molto affamati”

ALTRO: La “Matilda nella vita reale” che è stata adottata dal suo insegnante dopo aver trascorso metà della sua vita in affido

ALTRO: La signora Emma Thompson su come gli esercizi di nudo per le scene di sesso l’hanno aiutata ad affrontare i problemi di immagine corporea