Malattie non trasmissibili e le gravi conseguenze di una vita sedentaria, alimentazione sbagliata

Gli indiani stanno adottando sempre più stili di vita sedentari, che sono stati esacerbati in tempi di COVID

L’India è purtroppo conosciuta come la capitale del diabete. Pixabay

Le malattie non trasmissibili sono sempre più riconosciute come una delle maggiori sfide per la salute e lo sviluppo del secolo. Queste gravi malattie, tra cui malattie cardiache, diabete, cancro e malattie polmonari croniche, causano più di due terzi dei decessi nel mondo. La salute mentale è inclusa anche tra le malattie non trasmissibili.

Le malattie cardiovascolari sono di gran lunga il killer numero uno per uomini e donne. La malattia mentale è un terzo delle incredibili ramificazioni economiche della malattia mentale da 47 trilioni di dollari. Tutti i paesi sono colpiti e i più poveri sono colpiti. In paesi come l’India, le malattie non trasmissibili rappresentano una sfida enorme e ora hanno superato il carico combinato di decessi materni e infantili, nonché malattie infettive come la tubercolosi, l’HIV, la malaria ecc.

L’India è la capitale del diabete. Un totale di 77 milioni di persone vivono con questa malattia e un numero simile è stimato nel pre-diabete. L’ultimo rapporto NFHS 5 mostra che l’obesità colpisce quasi il 25% degli adulti, i tassi sono in aumento e l’India è tra i primi cinque paesi al mondo per obesità. Nella metropolitana, ben tre adulti su quattro hanno il diabete o sono in pre-diabete. L’epidemia sta devastando i poveri e gli svantaggiati e si sta diffondendo rapidamente anche nelle zone rurali. Circa il 10 per cento dei bambini indiani di età inferiore ai cinque anni sono diabetici. Qualcosa deve essere fatto.

Fortunatamente, queste malattie sono in gran parte prevenibili. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’80% delle malattie cardiache e del diabete di tipo 2 può essere prevenuto attraverso tre cambiamenti nello stile di vita: mangiando correttamente, aumentando l’attività fisica ed evitando il tabacco. Non possiamo curare la nostra via d’uscita dalla crisi dell’NCD: sono semplicemente troppo diffusi. La prevenzione è una soluzione intelligente. Perché la prevenzione sia efficace, deve essere implementata a livello di popolazione, il governo deve agire e i consumatori devono chiedere e adottare stili di vita sani.

Per guidare i paesi su cosa fare, l’OMS ha sviluppato a Piano d’azione globale per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili Ha anche approvato un pacchetto di interventi convenienti, convenienti, basati sull’evidenza e non infettivi, il meglio che si possa acquistare. L’India è stato il primo paese al mondo a conformarsi e ha annunciato il suo Piano d’azione nazionale e il quadro di monitoraggio delle malattie non trasmissibili nel 2013 con obiettivi e indicatori specifici per paese da raggiungere entro il 2025. Il quadro menziona interventi chiave come il miglioramento delle abitudini alimentari, l’aumento dell’esercizio e ridurre il consumo di tabacco e alcol.

Mangiare bene. Un’alimentazione malsana è la principale causa di morte, secondo Rapporto sull’onere globale delle malattie. Quindi, farlo bene è la cosa più importante. Secondo la Commissione EAT Lancet del 2019, il passaggio a diete sane entro il 2050 richiederà importanti cambiamenti nella dieta: un raddoppio del consumo di cibi sani come frutta, verdura, legumi e noci e una riduzione di oltre il 50% del consumo globale di il meno sano. Alimenti come zuccheri aggiunti e carne rossa.

Quali sforzi sono in corso nel mondo? New York City ha intrapreso diversi passi coraggiosi, a partire da quasi due decenni fa: ha vietato i grassi trans, educare le giovani generazioni sugli effetti nocivi sulla salute delle bevande zuccherate attraverso campagne grafiche sui media e richiedere a catene di ristoranti e stabilimenti alimentari di pubblicare informazioni caloriche sui loro prodotti sui menu, per aiutare i clienti a saperne di più su ciò che mangiano in modo che possano fare scelte sane. Nel Regno Unito, un gruppo di individui motivati ​​e un’organizzazione senza scopo di lucro hanno collaborato con il governo e i produttori di alimenti confezionati per ridurre gradualmente il sale negli alimenti confezionati attraverso la riformulazione. Uno sforzo americano chiamato Produce Rx è un modo innovativo per convincere i pazienti con NCD e i poveri a ottenere frutta e verdura fresca attraverso sussidi.

Gli sforzi compiuti in India dalla Food Safety and Standards Authority in India sono considerevoli. La FSSAI ha ridotto la quantità di acidi grassi trans (TFA) negli oli e nei grassi (al 2% entro il 2022) e introdurrà etichette sulle confezioni per i cibi spazzatura. Il governo sta anche prendendo in considerazione misure politiche audaci come l’aumento delle tasse e la limitazione della commercializzazione di cibi malsani. Inoltre, il movimento “Eat Right India” della FSSAI e le pubblicità interessanti “Aaj Se Thoda Kum” hanno incoraggiato le persone a ridurre il consumo di sale, zucchero e grassi in modi convincenti.

L’aumento dell’attività fisica è un altro fattore chiave. Gli indiani stanno adottando sempre più stili di vita sedentari, che sono stati esacerbati in tempi di COVID. I bambini non si muovono abbastanza: l’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che il 75% degli adolescenti in India soffre di attività fisica insufficiente. Abbiamo tutti bisogno di promemoria costanti per investire almeno 30 minuti al giorno in un’attività fisica moderata – questo può includere tempo in palestra e sport formali, ma può anche includere camminare, lavoretti, salire le scale invece degli ascensori, ecc. Il movimento indiano FIT India ha molto potenziale. Abbiamo anche molto da imparare dall’Agita Sao Paolo, un tentativo di coinvolgere intere comunità nell’attività fisica.

Molto è già stato fatto in India per costruire un movimento dei consumatori attorno a una vita sana.

Chef e organizzazioni senza scopo di lucro collaborano e utilizzano i social media per educare i consumatori su cosa mangiare e quantità di ogni porzione, creare ricette sane e così via. Le abitudini sono completamente stabilite. Sia i governi che le ONG stanno utilizzando la tecnologia mobile in nuovi modi per ottenere la giusta educazione su un’alimentazione sana, attività fisica e smettere di fumare nelle mani dei consumatori. Le ONG vogliono lavorare con i lavoratori in prima linea e le piattaforme tecnologiche guidate dal governo per aumentare l’attenzione sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili ovunque. Riconoscendo i vantaggi di una forza lavoro sana, i leader aziendali seguono gli schemi delle associazioni di settore e delle organizzazioni non profit e investono di più nella salute fisica e mentale dei propri dipendenti.

Il lavoro multisettoriale è la chiave del successo. Nessuna entità può curare da sola le malattie non trasmissibili: il compito da svolgere è enorme. Il mondo accademico e amministrativo a livello cittadino, statale e nazionale, le imprese grandi e piccole, le ONG e gli individui hanno tutti bisogno di un impegno per promuovere una vita sana. Ciò è particolarmente importante nell’era post-Covid per ricostruire meglio l’India e l’India e il mondo devono raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’autore è il fondatore e CEO di Arogya World. Le opinioni sono personali.

Leggi tutti i file ultime notizieE il notizie di tendenzaE il notizie di cricketE il Notizie BollywoodE il
Notizie dall’India E il Notizie di intrattenimento qui. Seguici su Facebook, Twitter e Instagram.