Abbraccia lo stile di vita hijab con particolare attenzione alla moda

Giovedì 2 giugno, i membri dell’Unione studentesca musulmana dell’Università della California, a Irvine, si sono riuniti presso i Delta Hotels by Marriott a Garden Grove per il banchetto del club.

I banchetti sono un’occasione di travestimento e per lo studente e la modella una scommessa scientifica, è anche un momento per esprimersi attraverso la moda.

Tuttavia, indipendentemente dall’occasione, ha un accessorio che indossa con ogni outfit: il velo.

Al Alimi ha detto: “Uno degli aspetti principali dell’hijab è che le persone danno per scontato che siamo oppressi se indossiamo l’hijab, ma in realtà è tutto il contrario. L’hijab mi dà libertà e l’hijab mi dà libertà… Libertà dalle norme sociali e standard di bellezza”.

L’hijab è un velo indossato da alcune donne musulmane, ma si riferisce a qualcosa di più di un semplice velo. Hijab è uno stile di vita che aderisce alla vita modesta con l’amore di Dio al centro.

Al Alimi ha detto che quando ha iniziato a fare la modella per marchi di proprietà musulmana l’anno scorso, ha iniziato a indossare l’hijab.

“Intorno al 2021, ho iniziato a fare la modella per aziende islamiche e aziende di abbigliamento modeste che vendono anche hijab e abiti modesti”, ha detto Al-Alimi. “Questo è ciò che mi ha spinto a praticare l’hijab fuori e fuori casa”.

Al Alimi ha detto di aver aumentato la sua conoscenza della sua religione e l’ha applicata alla sua vita, si è innamorata del significato dietro la pratica e si è sentita autorizzata quando indossava il copricapo islamico.

“Mi ha fatto sentire davvero felice, a mio agio e orgoglioso di indossarlo”, ha detto Al Alimi.

Nell’agosto 2021, El Alimi si è impegnato a indossare completamente l’hijab.

“Volevo indossare l’hijab per due anni, ma non ho mai avuto il coraggio o la forza di perseguirlo, come fa la società. Sinceramente avevo paura del modo in cui sarei stato trattato o delle opportunità che avrei potuto perdere a causa del giudizio e stereotipi”, ha detto Al Alimi.

Ho iniziato una scommessa scientifica indossando l’hijab a tempo pieno nell’agosto 2021.

(Concessione Spencer)

Alimi è la prima donna della sua famiglia afgana a prendere questo impegno.

“Sono la prima donna della mia famiglia a indossare l’hijab di mia madre e mio padre. All’inizio era un concetto difficile perché molte persone nella nostra cultura non indossano l’hijab”, ha detto Al Alimi. “È uno stereotipo che sia cultura araba, ma in realtà è una cosa islamica”.

Al-Alimi, attiva sui social dal 2019, ha anche rimosso tutte le foto e i video che mostravano i suoi capelli. La sua famiglia è stata toccata dal suo impegno.

“Alla fine la mia famiglia ha visto il mio amore e la mia passione per questo e ora sono così felice che i miei genitori e fratelli siano così orgogliosi di me per aver fatto questo passo non solo per la nostra famiglia ma per la nostra comunità”, ha detto Al Alimi.

Alemi continua ad essere attiva sui social, postandosi in alta moda o costumi da bagno modesti, ma sempre con l’hijab. Quest’anno, durante il mese sacro islamico del Ramadan, Al Alimi ha collaborato con Human Concern International per raccogliere fondi per orfani e bambini bisognosi in Afghanistan, Libano, Siria e oltre.

“Human Concern International è un’organizzazione senza scopo di lucro che ha contattato i migliori influencer che possono avere un impatto e raccogliere fondi per chiedere aiuto”, ha affermato Al Alimi.

La campagna di Alemi ha raccolto $ 1.245.

Rahan Alami si fa un selfie mentre sua sorella Ambaharan la guarda.

Rahan Alami si fa un selfie mentre sua sorella Ambaharan la guarda.

(Concessione Spencer)

Ha detto che la sua piattaforma le ha anche permesso di stabilire connessioni con altre donne musulmane nella comunità.

“Essendo un modello per altre donne online, molte persone mi hanno contattato per dirmi quanto le hai aiutate nel loro viaggio, vedendo il mio viaggio. Sono sui social da anni ormai e per il mio nuovo IG seguaci e seguaci, vedere una giovane donna nel sud della California mi circonda di non musulmani, il che è molto stimolante per loro”.

La sua rappresentazione di donne velate non è solo su Internet, ma in occasione di eventi di moda nella vita reale.

“Alla OC Fashion Week, sono stata invitata come modella e influencer ed ero l’unica donna hijabi lì”, ha detto Al Alimi. “È stata una sorpresa anche per molte persone perché non si aspettavano di vederlo, o non si aspettavano di vederlo [a] Una donna musulmana nel settore della moda.

Rahan Alami posa per un selfie come appare sullo schermo del suo cellulare.

Rahan Alami posa per un selfie come appare sullo schermo del suo cellulare.

(Concessione Spencer)

Al Alimi ha detto che partecipare a eventi come la OC Fashion Week le dà la possibilità di dimostrare che le donne che indossano l’hijab non sono necessariamente oppresse.

“Possono vedere che non sono lo stereotipo che può essere una donna musulmana”, ha detto Al-Alimi. “Molti dei miei amici e colleghi mi hanno detto che sono molto felici di avere un attore come me per dimostrare che le donne musulmane non sono oppresse e che possono essere creative, essere artistiche ed esprimere ciò che amano fare”.

Almy si è laureata all’Irvine Valley College quest’anno e si iscriverà all’UCI in autunno, dove prevede di essere attiva nell’Unione studentesca musulmana e conseguire una laurea in giurisprudenza, il tutto indossando il suo hijab.

“Il mio velo è la mia corona”, ha detto Al-Alimi. “Sono davvero orgoglioso di lui”.

Supporta la nostra copertura diventando un abbonato digitale.