“Qual è la cosa più divertente che potresti avere sul campo?”: Pittori Ben Glastonbury | Glastonbury 2022

Ogni anno, alla fine di maggio, Holly Larkin arriva alla fattoria di Worthy per trovare un’enorme pila di scatole di metallo arrugginite e inizia ad eccitarsi.

Guida un team di circa 90 imbianchini volontari, che si recano tutti al sito del Festival di Glastonbury per trascorrere due settimane a dipingere circa 17.000 contenitori, tutti estratti da una pila gigante così enorme da poter essere visti su Google Maps.

Un altro gruppo di 10 pittori professionisti che hanno lavorato sul sito da aprile, e tra loro e il team di Larkin, hanno iniziato a dipingere non solo le scatole, ma anche le panchine di cemento e i murales. L’idea è che abbellire le casse incoraggerà i giocatori d’azzardo a onorare lo slogan del festival “Ama la fattoria, non lasciare tracce”.

Come una gang malriposta, i “Binnies” vagano per il sito per settimane spruzzando vernice di base attraverso botti di metallo e dettagliando disegni sulle scatole che fiancheggiano quasi ogni area del festival. I guadagni estetici sono enormi. Viene da chiedersi come i giocatori d’azzardo possano concentrarsi sugli spettacoli con una sconcertante offerta di smaltimento dei rifiuti.

Scatola disegnata per donazioni di beneficenza da Dan Tastic Glastonbury che mostra i Moomins che si esibiscono sul Pyramid Stage.  Illustrazione di Tom Clayton e Ross Lloyd
Fondo disegnato per raccogliere donazioni di beneficenza da Dan Tastic Glastonbury grazie a NHS

Pochi rappresentano lo spirito del disegno di Penn più di Dan Tastic Glastonbury, che ha cambiato nome attraverso un sondaggio e ha sposato la sua compagna Emily, una collega pittrice di Ben, durante il festival. Gestisce anche una raccolta fondi di beneficenza che vede le persone donare in cambio di murales personalizzati, inclusi design bizzarri come Michael Ives e Yoda che cavalcano un gigantesco tasso sputafuoco.

Tre casse disegnate dalla squadra del pittore professionista
Tre casse disegnate dalla squadra del pittore professionista

Non si dovrebbe mai sottovalutare quanto Glastonbury significhi per le persone, e i pittori di spazzatura non fanno eccezione, soprattutto dopo una pausa di tre anni. John Ward, artista, giardiniere e organizzatore di laboratori di bombi, 50 anni, ha dichiarato: “Il ritorno è stato molto commovente. Ogni mattina mentre andavo ai bagni alle 6 del mattino potevo iniziare a piangere mentre guardavo attraverso il sito per pensare di essere già tornato. C’è stato un punto in cui ho pensato che non sarei mai più tornato qui. “

John Ward, leader di un team di animatori volontari, afferma che il ritorno al sito del Festival di Glastonbury dopo gli ultimi anni è stato molto emozionante.

“Ieri notte ho dormito tutta la notte senza preoccupazioni, cosa insolita negli ultimi due anni”, aggiunge. “Mi è semplicemente piaciuto stare di nuovo con le persone.”

Hank prende il titolo sacro del pittore originale di Benn. Negli anni ’80 disegna dei disegni su una botte di metallo usata per trasportare i fiori sul palco principale. Michael Ives se ne accorse e chiese di più. Da allora, il numero di scatole di Glastonbury è cresciuto in modo esponenziale, inserito nella Rock and Roll Hall of Fame in America ed è entrato negli archivi del festival al Victoria and Albert Museum.

C’è un’abbondanza di umorismo e creatività tra i volontari. David Chadwick, meglio conosciuto come Caravan Dave, elenca le scatole a tema biscotti come Lionel Richtea nell’area del mercato tra le sue preferite. “Trovo che dipingere con i rifiuti sia probabilmente più divertente di un festival”, dice. “È un’esperienza migliore vedere tutto insieme… Non voglio davvero essere un giocatore d’azzardo ora che sono un pittore di spazzatura”.

David Chadwick, AKA caravan Dave, dipinge creature marine su casse in un'area di mercato

La cultura della pittura spazzatura arriva anche con le sue frasi punitive: “Come ti sei fatto male?” Serve come prima domanda dopo anni di separazione; I supervisori del team portano esempi tecnici laminati per “ispirazione”; C’è anche una bacheca “informazioni” presso il Painters’ Ben Camp, dove i volontari possono sorseggiare birra da The Painter’s Ruin ed esibirsi ogni anno al Binnies’ Got Talent.

Bethany Steining, una musicista che vive a Bristol e si esibisce sotto il nome di Stanley, ha suonato una delle sue prime esibizioni in un evento per talenti. Quest’anno, domenica si esibirà con l’Ishmael Ensemble all’inaugurazione del West Holts Theatre. Ha ottenuto un biglietto gratuito per il festival, ma è tornata a fare volontariato come pittore di Ben con quello. “La comunità è molto speciale. Tutti sono pieni di compassione”, dice. “Il dipinto di Ben sembra decisamente una famiglia e una casa”.

Bethany Steining, la pittrice di Ben che domenica mattina si esibirà con la band di Ishmael al West Holts Theatre, guarda fuori da un bidone della spazzatura.

  • Bethany Steining, la pittrice di Ben che domenica mattina si esibirà con la band di Ishmael al West Holts Theatre, guarda fuori da un bidone della spazzatura.

Alcuni aspetti del disegno di Ben sembrano strani, ricordando la spiaggia di Alex Garland. Come la nuova comunità degli isolani, i volontari scoprono il disegno sulle lettiere solo attraverso i consigli del passaparola. Ci sono anche viaggi occasionali alla civiltà per rifornimenti; Entrare in un supermercato Tesco nello Shepton Mallet può sembrare di lasciare un’utopia e avventurarsi in uno sterile incubo capitalista.

Bertram Holt, AKA Bertram: Questo è Geezabird, in piedi accanto a un gruppo di forzieri al tramonto

Bertram Holt, alias Bertram: Essere un pittore di spazzatura, poeta e rapper non binario, dice che essere un illustratore di spazzatura si è dimostrato trasformativo. “Sono cresciuto molto come persona venendo qui; la mia capacità di essere aperto su chi sono è molto legato a questo”, dice Holt. “La confusione di genere è sempre esistita, ma è stato solo quando ho iniziato a venire a Glastonbury che mi sentivo più sicuro come persona… Questo è un luogo di supporto in cui c’è un livello minimo di giudizio”.

Amelie 'Ae' Westbrook, una volontaria thailandese, ha viaggiato dal sud-est asiatico per dipingere i barattoli

  • Amelie A. Westbrook, una volontaria thailandese, ha viaggiato dal sud-est asiatico per dipingere barattoli.

Emily “Ae” Westbrook, una docente di giornalismo thailandese, ha viaggiato dal sud-est asiatico per unirsi alla troupe. Dice: “Sono così felice di far parte della famiglia dei pittori Ben”. “Questa è una grande idea. I pittori di scatole rendono la mia vacanza piena di amore e felicità. “

Altri vivono solo a miglia di distanza. Debbie, 55 anni, e Simon Lodge, 56, che vivono nel vicino villaggio di Belton, ottengono un biglietto per il festival come residenti locali, ma sono ancora volontari. Ha una sensazione tutta sua. Anche quando il festival non è qui, dice Debbie, prima di aggiungere semplicemente: “Disegnare Ben è così divertente, vero? Qual è la cosa più divertente che puoi avere sul campo? “

Simon e Debbie Lodge, residenti nel villaggio di Belton, disegnano frutti su scatole nell'area del mercato

  • Simon e Debbie Lodge, residenti a Belton Village, disegnano frutti su scatole nell’area del mercato.

Poco prima degli ultimi giorni di disegno di Ben, Holly Larkin si sente molto orgogliosa. “Siamo come una famiglia”, dice. Mentre gli animatori si sono riuniti per il Binnies’ Got Talent di quest’anno, giovedì, con canti e poesie insieme a monologhi shakespeariani e danze thailandesi, Ali, uno degli artisti, si è rivolto al pubblico e ha detto: “Non so voi, ma io appartieni qui.”