Radicare l’educazione scientifica e tecnologica africana nelle culture e nelle lingue


Il biologo molecolare e imprenditore Khadi Sall aiuta a indirizzare gli studenti verso le carriere nella biotecnologia e nell’intelligenza artificiale.Credito: Richie Schryuk temperare la natura

Voci dall’Africa

Nell’articolo finale di questa serie in otto parti sulle esperienze professionali degli scienziati africani, Khadi Sall spiega come guardare il film di supereroi del 2018 Black Panther abbia contribuito alla sua decisione di tornare nel suo paese natale, il Senegal e di sviluppare lì la sua carriera. Il film ritrae un paese africano mascherato da paese in via di sviluppo mentre innova tecnologie avanzate.

Sal è un imprenditore e biologo molecolare presso l’Università Virtuale del Senegal a Dakar. Ha fondato un’organizzazione senza scopo di lucro chiamata Science Education Exchange for Sustainable Development (SeeSD) per promuovere l’istruzione, il pensiero critico e l’alfabetizzazione scientifica in scienze, tecnologia, ingegneria, arti e matematica (STEAM) per i giovani in Senegal. Ha anche fondato un laboratorio di innovazione chiamato Ubbil.

Ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Oregon State University di Corvallis sulla genetica della dormienza dei semi e della tolleranza alla siccità. Quando ho finito nel 2017, ho esitato un po’ su una carriera nel mondo accademico. Non sarebbe soddisfacente se non avesse un impatto diretto sulla mia comunità. Non ero entusiasta di candidarmi a molti dottorandi perché sentivo che significava un dottorato di ricerca 2.0 – non volevo impegnarmi per altri quattro anni. Ma sapevo che avrei anche lottato per costruire una carriera di ricercatore dal nulla se fossi tornato in Senegal.

Guardare il film d’azione Black Panther ha acceso qualcosa in me. La visione che aveva immaginato – di come la lingua, la cultura e la conoscenza ancestrale locali si combinassero con la scienza – era qualcosa di cui ho parlato in diverse conferenze. Circa due mesi dopo, un giorno mi sono svegliato e ho riacquistato un biglietto aereo.

La gente pensa che lo sviluppo in Africa dovrebbe guardare in questo modo negli Stati Uniti o in Francia. Ma adesso va tutto bene in quei posti? Saremo sempre indietro se puntiamo agli “Stati Uniti nel 2022”. Lo sviluppo sostenibile deve essere radicato nella cultura, preservare le lingue locali e incorporare pratiche ancestrali benefiche per l’ambiente. Dovrebbe assomigliare a te e a dove il tuo paese vuole andare. Puoi arrivarci essendo madrelingua e puoi farlo insegnando scienze nella lingua locale, come il wolof, una delle lingue del Senegal, del Gambia e della Mauritania.

Per questo torno a coltivare in mare. Rispetto all’ottenere un lavoro negli Stati Uniti, lavorare in Senegal è imprevedibile o stabile. Non è facile: la lotta quotidiana è una lotta.

Ma ho scelto di lottare. Stavo spingendo me stesso e anche i miei compagni SeeSD. Eravamo giovani, ci mancava l’esperienza, sbagliavamo, ma imparavamo facendo. Sono cresciuto molto dal mio ritorno. Devi negoziare una mancanza di fondi, risorse umane e formazione. Siamo partiti dal nulla.

Devi navigare anche in politica. Alcune persone associano le ambizioni al diventare un politico e potrebbero sospettare che tu abbia un motivo diverso. Ciò può rendere volubili i finanziatori locali nel supportare la tua organizzazione.

Ma è chiaro che dobbiamo espandere l’educazione STEM. Le ricadute della pandemia di COVID-19 ci mostrano i pericoli di non indirizzare gli studenti verso carriere nelle biotecnologie e nell’intelligenza artificiale che definiranno il futuro. Se non facciamo parte dell’economia globale, utilizzando la conoscenza per creare tecnologie, allora siamo destinati a fallire.

Il pregiudizio di genere è un problema per le donne ovunque, e qui mi trovo anche ad affrontare pregiudizi nei confronti dei giovani. Cerco di superare questi pregiudizi parlando attraverso il mio lavoro. Non è nel mio carattere promuovermi sui social media come influencer o a conferenze internazionali.

Invece, spingo la mia attività in avanti. A volte le persone non sanno chi c’è dietro l’azione. Ma alla fine, sono i tuoi risultati che dimostrano la tua sincerità. Se dimostri di potercela fare, stai dimostrando di essere una persona capace. Ecco perché mi è stato chiesto di preparare i corsi di laurea magistrale e triennale in Genetica Molecolare e Bioinformatica presso l’Università Virtuale. Stiamo lavorando per creare uno spazio laboratorio sia per i corsi didattici che per la ricerca. Questi programmi non sono ancora stati creati e tutto deve essere avviato da zero.

Non ho figli perché mi concentro molto sul mio lavoro. Sono convinto che sarò indipendente. Posso avere un’idea e lavorarci sopra e vederla diventare realtà. Lo amo.

Lavoro con molte donne e, come supervisore, devo essere flessibile perché hanno molte cose da fare con le loro famiglie. Dovrebbero esserci più aziende create da donne per accogliere meglio le donne, perché le donne danno molti soldi al business.

La parte più difficile dell’essere una donna d’affari è che dovrai sicuramente lavorare il doppio di un uomo per avere successo. Le persone tenderanno a sottovalutarti. Ma a un certo punto, non dovresti scusarti per la tua leadership. Basta portare a termine il lavoro. Mostra le tue capacità organizzative.

Nel 2020, ha guidato un progetto per la produzione di schermi facciali per gli operatori sanitari in tutto il Senegal per la protezione da COVID-19. Ha richiesto il coordinamento di molte organizzazioni. Alcuni dubitano che io, da giovane donna, potessi essere una leader assertiva. Ad un certo punto, ho dovuto riaffermare che ero al comando e continuare ad andare avanti. Non è piaciuto a tutti, ma chi se ne frega? Una volta raggiunto il tuo obiettivo, hai dato prova di te stesso.

E devi trovare qualcosa che ti entusiasmi davvero: un lavoro che trovi fantastico. Questo ti darà la spinta e l’energia di cui hai bisogno per superare gli uomini più anziani.

L’esperienza maturata dal dottorato può essere applicata al contesto africano: “Siamo nei paesi emergenti”. Le competenze che ho appreso attraverso i miei processi di master e dottorato – iniziare con qualcosa da zero, cercare di ottenere una pubblicazione e acquisire indipendenza e pensiero critico – sono molto richieste qui. Sono molto utili per fare le cose.

Questa intervista è stata modificata per lunghezza e chiarezza.